ragazzo alla pari

Ragazzo alla pari: informazioni sull’Au Pair non solo al femminile

Introduzione

In questo articolo troverai le informazioni necessarie per intraprendere un’avventura da Au Pair. Soprattutto, sfateremo il mito dell’Au Pair come occupazione prettamente femminile. Per molto tempo l’idea più diffusa è stata quella della ragazza alla pari, tanto che la terminologia ragazzO alla pari forse ci sembrerà inconsueta. La verità è che non esiste distinzione di genere, anzi ci sono famiglie che richiedono una presenza maschile per giocare con i loro bambini. Ma andiamo con ordine:

Chi è e come si diventa ragazzo/a alla pari 

L’Au Pair è unә giovane tra i 18 e i 30 anni che decide di vivere un periodo all’estero con una famiglia ospitante. Au Pair in francese significa “alla pari”, appunto, ciò indica che lә ragazzә viene accoltә in casa come membro temporaneo della famiglia. L’Au Pair aiuta la famiglia occupandosi dei bambini e dando una piccola mano con le faccende domestiche. In cambio ottiene vitto, alloggio e una paghetta. Si tratta quindi di uno scambio culturale in cui si ha la possibilità di trascorrere un periodo di tempo all’estero, conoscere una nuova cultura e imparare una nuova lingua.

Esistono diversi siti dedicati al programma, i più conosciuti sono: AuPair e AuPairWorld. Su Aupair.com, per esempio, l’iscrizione è gratis. Qui puoi trovare una lunga lista di famiglie pronte ad ospitarti. Il sito ti da la possibilità di creare, fin da subito, il tuo profilo, aggiungendo immagini, spiegando il motivo per cui vorresti lavorare come Au Pair e, dove possibile, inserendo referenze nell’ambito dell’assistenza dei bambini. Scrivere con cura è importante perché chi legge deve convincersi a scegliere te piuttosto che un’altra persona. Se sei un ragazzo alla pari sarà utile selezionarlo nei criteri di ricerca così da trovare più facilmente le famiglie ospitanti che non fanno distinzioni di genere. Come abbiamo introdotto, le famiglie ospitanti con bambini maschi potrebbero prediligere come Au Pair una figura che rispecchi un fratello maggiore. Perciò se non avevi ancora considerato questa opportunità, non ti scoraggiare!

Una volta scelta il posto e la tua nuova famiglia potrai direttamente contattarli dal sito. Se deciderai di iscriverti all’abbonamento premium riceverai le loro informazioni private, come il numero di telefono e infine garantire una positiva collaborazione firmando il contratto Au Pair.

Cosa fa esattamente l’Au Pair e dove

L’attività principale di unә Au Pair è passare del tempo di qualità con i bambini della propria famiglia ospitante. Durante la giornata dovrai prenderti cura di loro e cercare di rispondere alle loro esigenze. Una giornata tipo potrebbe includere alcune responsabilità come:

  • Svegliare i bambini la mattina
  • Accompagnare i bambini a scuola o a fare sport
  • Aiutare con i compiti
  • Giocare con i bambini
  • Accompagnare i bambini al parco, al campo giochi o ad altre attività all’aria aperta
  • Cucinare per i bambini e pulire dopo i loro pasti
  • Riordinare i giocattoli dei bambini
  • Pulire la stanza dei bambini
  • Fare il bagno ai bambini

Le attività di un Au Pair variano a seconda dell’età dei bambini. Potrai scegliere sul sito se prenderti cura di neonati, bambini piccoli e bambini di età secolare. Se andrai a vivere con dei bambini di età scolare è probabile che ti troverai a fare attività più impegnative a livello creativo, magari trascorrerai del tempo aiutandoli con gli esercizi o migliorando le loro competenze attraverso la lettura. Alcuni genitori richiedono esplicitamente di esercitare con loro la tua lingua madre. A quel punto non sarai semplicemente unә compagnә di giochi ma anche un modello da seguire. Qualsiasi età abbiano i bambini, il bello di quest’esperienza è che ti porterà a creare forti legami e ad avere davvero una famiglia in più!

A volte nelle ore di servizio dell’Au Pair possono essere conteggiate le ore da passare frequentando un corso di lingua. Quindi questo programma è l’ideale se intendi imparare una lingua o migliorare il tuo livello. Avrai anche del tempo libero da dedicare a te stessә: potrai viaggiare e scoprire il nuovo paese in cui vivi e stringere nuove amicizie al di fuori della famiglia ospitante.

Quante ora lavora unә ragazzә alla pari?

Lә ragazzә alla pari e la famiglia concordano insieme una tabella oraria. Il contratto che abbiamo menzionato precedentemente serve anche a definire le attività e l’orario di servizio dell’Au Pair senza che possano nascere discordie. Nella maggior parte dei casi gli Au Pairs possono lavorare fino a 30 ore alla settimana, mentre negli USA è comune arrivare anche a 45 ore alla settimana. ll contratto Au Pair va firmato anche per evitare qualsiasi possibile problema durante il soggiorno all’estero. Se per qualsiasi motivo dovessi decidere di terminare il contratto assicurati di leggere bene le tempistiche richieste per il preavviso da dare alla famiglia ospitante.

Anche la durata totale del soggiorno dell’Au Pair nel paese ospitante dipende dal contratto stipulato insieme e dalle regole del paese. Se sei cittadinә europeә e viaggi all’interno dell’Europa, i mesi da Au Pair possono arrivare tranquillamente a 12 o 24 volendo. In altri paesi invece ci sarà bisogno del visto. In queste faccende burocratiche avrai sicuramente il supporto della tua famiglia ospitante. In ogni caso, dovrai registrarti presso le autorità locali del paese ospitante per ottenere uno status ufficiale di Au Pair.

Conclusione

Perché consigliamo l’esperienza dell’Au Pair sia al ragazzo che alla ragazza

Abbiamo individuato una serie di aspetti positivi che ci portano a consigliare il programma Au Pair. Principalmente diventare unә Au Pair ti offre la preziosa opportunità di vivere e viaggiare nel paese dei tuoi sogni con lavoro e alloggio garantiti. Inoltre potrai:

  • Migliorare le tue conoscenze linguistiche, non solo grazie all’esperienza all’estero ma anche perché frequenterai un corso di lingua.
  • Esplorare un paese straniero
  • Conoscere a fondo una nuova cultura
  • Crescere professionalmente nel campo dell’infanzia e non solo
  • Ottenere skills da inserire nel CV
  • Crescere al livello personale per le molteplici sfide che ti troverai ad affrontare

Ora hai le informazioni utili per fare la tua esperienza all’estero! Se cerchi altre opportunità per viaggiare ti invitiamo a esplorare tutte le opzioni esistenti, come il workaway!

 

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Potrebbe interesarti

Articoli Correlati

come viaggiare in europa

Mini guida | Come viaggiare in Europa

Introduzione In questo articolo troverete tutto ciò che è necessario sapere per viaggiare in Europa. L’Europa è una meta ambitissima, non solo per visitatori da

vacanza studio

Vacanza studio: cos’è e come funziona

Introduzione Hai sentito parlare della vacanza studio ma non sai esattamente di cosa si tratta? In questo articolo risponderemo ai tuoi eventuali quesiti sull’argomento! Se